rimborso biglietto Lufthansa

Rimborso biglietto Lufthansa: come ottenerlo

Pubblicato da trasportieturismo il

Scopri come ottenere il rimborso biglietto Lufthansa ed il risarcimento economico previsto per Legge se anche tu hai subìto un disservizio con Lufthansa, ovvero se:

  • il tuo volo Lufthansa ha avuto un ritardo o, peggio, è stato cancellato;
  • sei stato vittima di overbooking o di sistemazione in classe inferiore;
  • hai avuto problemi con il bagaglio;

In tutti questi casi, infatti, la normativa Europea tutela il viaggiatore.

Segui le nostre indicazioni e ottieni quello che ti spetta in modo semplice e veloce.

 

 

Rimborso biglietto Lufthansa: cosa dice la normativa Europea

Il Regolamento Europeo elenca in modo preciso i diritti dei passeggeri che subiscono disservizi causati dalle Compagnie aeree. Nell’ambito del trasporto aereo un ruolo fondamentale è svolto dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), che ha principalmente due compiti:

  • controllare che le norme in materia vengano correttamente applicate e rispettate;
  • emanare sanzioni amministrative nei confronti delle Compagnie aeree inadempienti.

I principali documenti di riferimento per la tutela dei diritti dei passeggeri sono:

L’ENAC specifica che possono rivendicare i loro diritti i passeggeri che:

  • possiedono un biglietto aereo;
  • hanno una prenotazione confermata;
  • si presentano al gate nei modi e nei tempi indicati per iscritto dalla Compagnia aerea oppure, in assenza di indicazioni, non oltre quarantacinque minuti prima dell’orario di partenza previsto.

 

Rimborso biglietto Lufthansa: quando si può ottenere

La normativa Europea prevede un rimborso biglietto Lufthansa in caso di:

  • cancellazione del volo senza alcun preavviso e per ragioni imputabili al vettore aereo;
  • ritardo aereo prolungato;
  • overbooking, cioè negato imbarco al volo;
  • sistemazione in classe inferiore;
  • problemi con il bagaglio (ritardata consegna, smarrimento o danneggiamento).

 

Cancellazione del volo

Se il tuo volo Lufthansa è stato cancellato senza alcun preavviso la Compagnia aerea ha innanzitutto l’obbligo di fornirti assistenza. Questa comprende:

  • pasti e bevande, in relazione alla durata dell’attesa;
  • un’adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui la cancellazione del volo abbia comportato un pernottamento;
  • il trasferimento dall’aeroporto all’albergo e viceversa;
  • la possibilità di utilizzare servizi di comunicazione quali telefonate, fax o email.

Inoltre hai diritto di scegliere tra il rimborso biglietto Lufthansa e la riprotezione, cioé l’imbarco su un volo alternativo il prima possibile.

 

Ritardo aereo

Anche se il tuo volo ha subìto un ritardo di oltre tre ore hai diritto a ricevere assistenza da parte del vettore aereo. L’assistenza include:

  • pasti e bevande, in base ai tempi di attesa;
  • la sistemazione in una struttura ricettiva, nel caso in cui il ritardo abbia comportato un pernottamento;
  • il trasferimento dall’aeroporto alla struttura ricettiva e viceversa;
  • l’utilizzo di servizi di comunicazione (telefonate, fax o email).

In caso di ritardo superiore a cinque ore i passeggeri hanno inoltre diritto a:

  • rinunciare al volo senza dover pagare alcuna penale;
  • ottenere il rimborso biglietto Lufthansa per la parte di viaggio non effettuata;
  • prendere un volo di ritorno verso il luogo di partenza iniziale.

 

Overbooking / negato imbarco

Se sei stato vittima di overbooking (letteralmente “sovraprenotazione”), non hai potuto prendere il volo che avevi regolarmente prenotato e pagato perché la Compagnia aerea ha accettato più prenotazioni e ha venduto più biglietti dei posti effettivamente disponibili per il viaggio. Per questo motivo ti è stato negato l’imbarco.

Come in caso di cancellazione del volo, anche in caso di overbooking hai diritto di scegliere tra il rimborso biglietto Lufthansa e la riprotezione, cioé l’imbarco su un volo alternativo il prima possibile.

Inoltre, se sei vittima di overbooking, hai diritto a ricevere assistenza da parte della Compagnia aerea. Questa comprende:

  • pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
  • la sistemazione in hotel, nel caso in cui il negato imbarco abbia comportato un pernottamento;
  • il trasferimento dall’aeroporto all’hotel e viceversa;
  • la possibilità di usufruire di servizi di comunicazione (telefonate, fax o email).

 

Sistemazione in classe inferiore

Il rimborso biglietto Lufthansa è previsto anche in caso di sistemazione in classe inferiore. Infatti i passeggeri vittime di questo disservizio possono ottenere il rimborso biglietto Lufthansa con percentuale variabile a seconda della tratta del volo:

  • 30% per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • 50% per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 75% per le tratte aeree superiori a 3500 km.

 

Problemi con i bagagli

Se, invece, hai subìto disservizi per quanto riguarda i bagagli, quali:

  • ritardata consegna (ricezione del bagaglio entro 21 giorni dalla sottoscrizione del PIR);
  • smarrimento (ricezione del bagaglio oltre 21 giorni dalla sottoscrizione del PIR);
  • danneggiamento (quando il bagaglio riscontra evidenti segni di manomissione o rottura);

la normativa Europea prevede:

  • il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di beni di prima necessità e documentate con scontrini e fatture;
  • un risarcimento economico fino 1.164,00 euro (corrispondenti a circa 1.000 DSP – Diritti Speciali di Prelievo);
  • un maggiore risarcimento economico se al momento dell’imbarco il passeggero ha dichiarato un valore superiore della merce contenuta nel bagaglio imbarcato.

 

Oltre il rimborso biglietto Lufthansa: il risarcimento economico fino a 600 €

Ma non è tutto! Nei casi di:

  • ritardo aereo superiore alle tre ore;
  • cancellazione del volo;
  • overbooking;

in aggiunta al rimborso biglietto Lufthansa, i passeggeri hanno diritto ad un risarcimento economico (definito tecnicamente compensazione pecuniaria) per i disagi subìti, pari a:

  • 250,00 euro per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • 400,00 euro per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 600,00 euro per le restanti tratte aeree, non incluse nei casi precedenti.

Tuttavia, la Compagnia aerea può ridurre tale indennizzo del 50% se ai passeggeri viene offerto l’imbarco su un volo alternativo, il cui arrivo, rispetto al volo originario, non superi:

  • le due ore per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • le tre ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • le quattro ore per le restanti tratte aeree.

 

Quando il risarcimento economico può essere negato

Nonostante la normativa Europea preveda un risarcimento economico fino a 600,00 euro per ritardo prolungato superiore a tre ore, cancellazione del volo e negato imbarco, in alcuni casi la Compagnia aerea può negare ai passeggeri la compensazione pecuniaria prevista.

In particolare, ciò può avvenire se la Compagnia aerea ha informato i passeggeri della cancellazione del volo:

  • almeno due settimane prima dell’orario di partenza previsto;
  • nel periodo ricompreso tra due settimane e sette giorni prima dell’orario di partenza previsto, offrendo contestualmente loro un volo alternativo, con partenza programmata non più di due ore prima dell’orario previsto e con arrivo a destinazione maggiore di quattro ore dopo l’orario previsto;
  • meno di sette giorni prima dell’orario di partenza previsto, offrendo contestualmente loro volo alternativo, con partenza non più di un’ora prima dell’orario previsto e con arrivo a destinazione finale non più di due ore dopo l’orario previsto;

oppure se la Compagnia aerea può provare che il ritardo prolungato, la cancellazione del volo o il negato imbarco sono stati dovuti a circostanze eccezionali, quali:

  • avverse condizioni metereologiche;
  • allarmi per la sicurezza;
  • restrizioni del traffico aereo, ecc.

 

Quattro buoni motivi per sceglierci

Se vuoi ottenere quello che ti spetta per Legge, affidati a noi e avrai:

  • una valutazione gratuita del tuo caso;
  • assistenza gratuita sia stragiudiziale che giudiziale;
  • il rimborso biglietto Lufthansa nei casi in cui è previsto;
  • il 100% del risarcimento economico ottenuto.

 

Rimborso biglietto Lufthansa: come ottenerlo

Segui le nostre semplici indicazioni:

  • Scarica e compila in tutti i suoi campi il modulo per ottenere il rimborso biglietto Lufthansa (se dovessi avere difficoltà non esitare a contattarci);
  • Inserisci data e firma;
  • Inviane copia su trasportieturismo@unionedeiconsumatori.it per una valutazione gratuita del tuo caso;
  • Allega tutti i documenti necessari (carta d’imbarco, copia di eventuali spese sostenute, carta d’identità, eventuali comunicazioni della Compagnia aerea, etc.).

Fatto ciò, un nostro consulente ti ricontatterà nel più breve tempo possibile per fornirti assistenza e aiutarti ad ottenere ciò a cui hai diritto!

 

Vota questo contenuto
[Totale: 3 Average: 5]
Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close