volo in ritardo Volotea

Volo in ritardo Volotea: ottieni ciò che ti spetta!

Pubblicato da trasportieturismo il

Se viaggi spesso con la Compagnia aerea Volotea, ti è sicuramente capitato di arrivare al gate in orario e dover aspettare (a volte non minuti ma ore!) per prendere il tuo volo. Se sei stato vittima di volo in ritardo Volotea sappi che la normativa Europea prevede in alcuni casi il rimborso del prezzo del biglietto e un risarcimento economico fino a 600,00 euro.

Scopri come ottenere ciò che ti spetta seguendo le nostre indicazioni.

 

 

La normativa Europea

Se il volo in ritardo Volotea ti ha costretto ad attendere ore in aeroporto causandoti parecchi disagi, sappi che l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) tutela i diritti dei passeggeri e prevede in alcuni casi il rimborso del prezzo del biglietto ed un risarcimento economico (tecnicamente definito compensazione pecuniaria) fino a 600,00 euro.

Dal punto di vista normativo, due sono i principali documenti di riferimento:

Innanzitutto, per rivendicare i propri diritti in caso di disagi aerei quali:

  • volo in ritardo Volotea;
  • cancellazione del volo;
  • overbooking o negato imbarco;
  • sistemazione in classe inferiore;
  • problemi con il bagaglio;

nella “Carta dei diritti del passeggero” l’ENAC specifica che bisogna avere determinati requisiti ed in particolare i passeggeri devono:

  • possedere un biglietto aereo;
  • avere una prenotazione confermata;
  • essersi presentati al gate nei modi e nei tempi indicati per iscritto dalla Compagnia aerea oppure, in assenza di indicazioni, non oltre quarantacinque minuti prima dell’orario di partenza previsto.

 

Volo in ritardo Volotea: una definizione

Secondo il Regolamento UE (CE)  n. 261 del 2004, se il tuo volo subisce un ritardo di:

  • due o più ore, per le tratte aeree pari o inferiori a 1500 km, rispetto all’orario di partenza previsto;
  • tre o più ore, per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km, rispetto all’orario di partenza previsto;
  • quattro o più ore, per le restanti tratte aeree, non incluse nei casi precedenti, rispetto all’orario di partenza previsto;

si parla di ritardo aereo prolungato. In questo caso, hai diritto a specifiche forme di tutela, come previsto dalla “Carta dei diritti del passeggero” stilata dall’ENAC.

I diritti dei passeggeri

In caso di volo in ritardo Volotea che si configuri come ritardo prolungato, la Compagnia aerea ha innanzitutto l’obbligo di fornire ai passeggeri assistenza. Questa comprende:

  • pasti e bevande, in relazione alla durata dell’attesa;
  • un’adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui il ritardo abbia comportato un pernottamento;
  • il trasferimento dall’aeroporto all’albergo e viceversa;
  • la possibilità di utilizzare servizi di comunicazione quali telefonate, fax o email.

Inoltre, se il volo ha un ritardo di almeno cinque ore i passeggeri hanno diritto a:

  • rinuncia al volo senza dover pagare alcuna penale;
  • rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non effettuata;
  • volo di ritorno verso il luogo di partenza iniziale.

Il risarcimento economico per volo in ritardo Volotea

Ma non è tutto! La Sentenza della Corte di Giustizia Europea (Quarta sezione) del 19 novembre 2009 ha equiparato il disservizio del ritardo aereo prolungato alla cancellazione del volo.

Pertanto, se il tuo volo arriva a destinazione finale con un ritardo di oltre tre ore rispetto all’orario previsto, la normativa Europea stabilisce che hai diritto anche ad ottenere un risarcimento economico pari a:

  • 250,00 euro per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • 400,00 euro per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 600,00 euro per le restanti tratte aeree, non incluse nei casi precedenti.

Tuttavia, la Compagnia aerea può ridurre del 50% il risarcimento economico nel caso in cui abbia offerto ai passeggeri l’imbarco su un volo alternativo il cui orario di arrivo non superi, rispetto al volo originariamente previsto:

  • le due ore per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • le tre ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • le quattro ore per le restanti tratte aeree.

Quando Volotea può negare la compensazione pecuniaria

Nonostante la normativa Europea preveda un risarcimento economico fino a 600,00 euro per ritardo aereo prolungato (come pure per cancellazione del volo e negato imbarco), in alcuni casi la Compagnia aerea può negare ai passeggeri la compensazione pecuniaria prevista.

In particolare, ciò può avvenire se la Compagnia aerea può provare che il ritardo del volo è stata dovuta a circostanze eccezionali, quali:

  • avverse condizioni metereologiche;
  • allarmi per la sicurezza;
  • restrizioni del traffico aereo, ecc.

Perché sceglierci

Affidati a Trasporti e Turismo e potrai avere:

  • una valutazione gratuita del tuo caso;
  • assistenza gratuita sia stragiudiziale che giudiziale;
  • il 100% del risarcimento economico ottenuto.

Come procedere

Per ottenere ciò che ti spetta, segui le nostre semplici indicazioni:

  • Scarica e compila il modulo per volo in ritardo Volotea in tutti i suoi campi (se dovessi avere difficoltà non esitare a contattarci);
  • Inserisci data e firma;
  • Inviane copia su trasportieturismo@unionedeiconsumatori.it per una valutazione gratuita del tuo caso;
  • Allega tutti i documenti necessari (carta d’imbarco, copia di eventuali spese sostenute, carta d’identità, eventuali comunicazioni della Compagnia aerea, etc.).

Fatto ciò, un nostro consulente ti ricontatterà nel più breve tempo possibile per fornirti assistenza e aiutarti ad ottenere ciò a cui hai diritto!

 

Vota questo contenuto
[Totale: 6 Average: 4.8]
Condividi con:
Categorie: Disagi AereiVolotea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close