Ti è capitato che il volo prenotato abbia avuto un ritardo? A parte il fastidio e la legittima insofferenza che ne è derivata dall’esserti presentato al gate in perfetto orario ed essere rimasto lì ad aspettare, quel che nei fatti conta è che, se il ritardo aereo non è stato di pochi minuti ma di ore, in termini di diritti lesi – i tuoi – non si tratta di semplice ritardo ma di ritardo aereo prolungato.

Quando si parla di ritardo aereo prolungato?

La “Carta dei Diritti del Passeggero”, stilata dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), e il Regolamento (CE) N. 261/2004 parlano di ritardo areo prolungato, se il volo ha un ritardo di:

  • due o più ore, per le tratte aeree pari o inferiori a 1500 km, rispetto all’orario di partenza previsto;
  • tre o più ore, per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1.500 e 3.000 km, rispetto all’orario di partenza previsto;
  • quattro o più ore, per le restanti tratte aeree, non incluse nei casi precedenti, rispetto all’orario di partenza previsto.

Quali sono i tuoi diritti?

Anzitutto, hai diritto all’assistenza da parte della Compagnia aerea. Essa comprende:

  • pasti e bevande, in relazione alla durata dell’attesa;
  • una adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui il ritardo prolungato abbia comportato un pernottamento;
  • il trasferimento dall’aeroporto all’albergo e viceversa;
  • la possibilità di usufruire di servizi di comunicazione (telefonate, fax o email).

Se il ritardo è di almeno cinque ore hai, inoltre, diritto a:

  • rinuncia al volo senza dover pagare alcuna penale;
  • rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non effettuata;
  • volo di ritorno verso il luogo di partenza iniziale.

Quando ti spetta una compensazione pecuniaria ritardo volo?

Se arrivi alla destinazione finale, con un ritardo di oltre tre ore rispetto all’orario previsto, hai diritto anche ad un compensazione pecuniaria ritardo volo, ovvero ad un risarcimento per il ritardo aereo prolungato, di:

  • 250,00 euro per le tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • 400,00 euro per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3000 km;
  • 600,00 euro per le restanti tratte aeree, non incluse nei casi precedenti.

Cosa fare per far valere i tuoi diritti?

Se hai subito un disagio da ritardo prolungato del volo e vuoi ottenere quello che ti spetta, compila gli appositi moduli messi gratuitamente a disposizione sulla apposita sezione di questo blog. Contattaci, faremo tutto quanto previsto a tutela dei tuoi diritti, con una assistenza altamente qualificata.

Vota questo contenuto
[Totale: 63 Average: 5]
Condividi con:
Categorie: Disagi Aerei

2 commenti

Elisabetta · 15 novembre 2017 alle 16:33

Salve! Anch’io ho avuto dei disagi causati da un ritardo aereo di tre ore qualche mese fa. Potreste ricontattarmi per sapere cosa posso fare? Grazie

    trasportieturismo · 15 novembre 2017 alle 16:45

    Buonasera, Elisabetta. Verrà ricontattata al più presto da Unione dei Consumatori per informazioni sui suoi diritti di passeggera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close